menu
Invalidità Civile
 

L’Assegno nucleo familiare (ANF) si può cumulare con analoghe provvidenze INPS

28/12/2016



Assegno nucleo familiare si può cumulare con analoghe provvidenze INPSIl caso è tratto dall'applicazione dell'art. 4, comma 7, del D.M. 306/99 e la Circolare INPS del 20 Settembre 1999 n.179 così come si evince da una sentenza del Tribunale di Palermo emessa nel 2014 in materia di cumulo e compatibilità fra le prestazioni previdenziali erogate dall’INPS (ANF ovvero assegno per il nucleo familiare per i nipoti) al nonno xxxxxxxxxxxx per i nipoti xxxxxxxxxxxxx con  l’assegno di sostegno Comunale, erogato anch’esso dall’INPS.

Il ricorrente dal gennaio 2004 al Marzo 2006 ha ricevuto regolarmente l’assegno nucleo familiare (ANF) per i nipoti;
che con nota INPS del 16/12/2008 l’Istituto ha comunicato che la pensione intestata all’odierno ricorrente era stata ricalcolata a decorrere dal 01 Gennaio 2004 e tale ricalcolo era dovuto ad una rideterminazione del trattamento di famiglia. Dal suddetto ricalcolo derivava un debito  di € 6.896,25 che d’ufficio l’Istituto aveva cominciato a riscuotere ratealmente tramite trattenute dirette sulla pensione;
conseguentemente, l’ANF ai nipoti è stato immotivatamente revocato;
che, solo dopo aver assunte sommarie informazioni presso gli sportelli INPS della sede di Palermo, senza, tuttavia, alcuna comunicazione scritta, il ricorrente ha appreso che, sia la sospensione dell’ANF, che l’indebito di € 6.896,25 traevano origine dalla circostanza che la madre dei minori, aveva percepito dal Comune di Palermo l’assegno familiare ex lege 448/98 ,art.65 .
E’ opportuno precisare al riguardo come la famiglia del ricorrente ha goduto contemporaneamente agli ANF per i nipoti, anche di altra prestazione assistenziale (assegno di sostegno) in quanto trattasi di nucleo familiare con tre figli minori a basso reddito (mod. ISEE anno 2005) e, pertanto, sussistevano tutte le condizioni indispensabili per l’erogazione della prestazione Comunale
Orbene, è necessario e doveroso evidenziare che l’Assegno per il Nucleo Familiare è compatibile e cumulabile con la prestazione erogata ai sensi dell’art.65 della legge 448/98 in quanto le prestazioni hanno natura giuridica diversa.
Ciò emerge chiaramente dalla Circolare INPS del 20 Settembre 1999 n.179 che ha stabilito che “l’assegno di cui alla citata norma, secondo quanto stabilito dall’art.4, comma 7, del D.M. 306/99 può essere cumulato con analoghe provvidenze erogate dall’INPS.
L’art.4, comma 7 del D.M.306/99 stabilisce, inoltre: ”l’assegno ex art. 65 L.448/98 non costituisce reddito ai fini fiscali né previdenziali. Esso quindi non va computato né per la determinazione del reddito individuale mensile  ai fini del carico, per l’erogazione degli assegni familiari, né per il calcolo del reddito familiare complessivo ai fini dell’erogazione sia degli assegni familiari che dell’assegno per il nucleo familiare a carico dell’Istituto.

 

fonte: http://www.responsabilitacivile.labsweb.eu/assets/files/judgments/tribunale-di-palermo-sentenza-del-2014-anf-assegno-nucleo-familiare/Sentenza-ANF.pdf