menu
Invalidità Civile
 

La valutazione dell’handicap nel minore con patologia neoplastica

22/05/2019

La valutazione dell’handicap nel minore con patologia neoplasticaL'INPS ha reso noto la valutazione dell’handicap nel minore con patologia neoplastica.
A tal fine si riporta la tabella delle principali neoplasie pediatriche.
 
ISTOTIPO  e  FREQUENZE                                            TRATTAMENTO USUALE
LEUCEMIE ACUTE     30%  
LLA                               23% Chemioterapia, profilasi intratecale
LMA                               7% Chemioterapia, profilasi intratecale, trapianto midollo
TUMORI SNC          16-24%  
Medulloblastoma         5-6% Chirurgia-radioterapia, chemioterapia
Astrocitoma cerellare  2-4% Chirurgia-radioterapia, chemioterapia
Ependimoma IV ventricolo 1-2% Chirurgia-radioterapia, chemioterapia
Altri (glioblastomi, meningiomi, etc.)                           8-12%  
LINFOMI                   10-12%  
Non Hodgkin
- linfoblastico a grandi cellule differenziato                6-7%
- indifferenziato:
a) Bukitt;
b) non Burkitt              4-5%
Chemioterapia


Chemioterapia e/o RT
NEUROBLASTOMA       7% Chemioterapia e/o RT
Addominale  
Torace  
Pelvico  
Del collo  
TUMORE DI WILMS      6% Chirurgia, chemioterapia
ALTRE NEOPLASIE   21-35%  
La Commissione Medica Superiore INPS ritiene che per i minori affetti da patologia neoplastica si debba riconoscere, in ogni caso, la sussistenza della condizione di handicap con connotazione di gravità, almeno per il periodo in cui i minori stessi necessitano di trattamento terapeutico e/o di controlli clinici ravvicinati.
La previsione di revisione, programmata caso per caso, a scadenza opportuna, da stabilirsi in base alle più aggiornate conoscenze cliniche, costituirà garanzia di tempestiva revoca del riconoscimento allorché, come auspicabile, la patologia sia giunta a guarigione.

INPS: la valutazione dell’handicap nel minore con patologia neoplastica