menu
Invalidità Civile
 

Handicap – Legge del 5 Febbraio n. 104/92

 
Handicap – Legge del 5 Febbraio n. 104/92Handicap – Legge del 5 Febbraio n. 104/92
http://www.handylex.org/stato/l050292.shtml
 
L’art. 3 al comma 1 della Legge n.104/92 definisce lo stato di handicap:
 
“Soggetti aventi diritto”. – 1°comma. E' persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.
 
Al comma 3° dell’art.3, Legge n. 104/92, troviamo invece la definizione della gravità dello stato di handicap. “GRAVITA’” 3°comma. Qualora la minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l'autonomia personale, correlata all'età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione, la situazione assume connotazione di gravità. Le situazioni riconosciute di gravità determinano priorità nei programmi e negli interventi dei servizi pubblici.
 
La Legge n. 104/92 è estesa anche a soggetti stranieri ed apolidi, infatti, il 4° comma dell’art 3 stabilisce che: “la presente legge si applica anche agli stranieri e agli apolidi, residenti, domiciliati o aventi stabile dimora nel territorio nazionale. Le relative prestazioni sono corrisposte nei limiti ed alle condizioni previste dalla vigente legislazione o da accordi internazionali”
La finalità espressa nella Legge n.104/92 è di favorire: lo sviluppo, la condizione e l’integrazione dei soggetti che, a causa dall’accertato handicap, incontrino difficoltà nell’apprendimento, nel relazionarsi e nell’attività lavorativa ovvero siano posti in una situazione di svantaggio sociale rispetto a soggetti ritenuti normali.
 
Handicap – Legge del 5 Febbraio n. 104/92
ACCERTAMENTO DELLO STATO DI HANDICAP
Il predetto accertamento si svolge presso le ASL di competenza territoriale che si avvalgono di apposite Commissioni Mediche integrate da un operatore sociale e da uno specialista nella specifica patologia da valutare.
Dal 2010 fa, altresì, parte della Commissione Medica un medico dell’INPS.
Il criterio valutativo dello stato di handicap adottato dalla Commissione Medica è di tipo medico-sociale e non fa riferimento ad indicazioni percentualistiche o giudizi medico-legali come avviene, invece, nell’accertamento delle minorazioni civili per il riconoscimento dell’invalidità civile e delle altre prestazioni assistenziali.
La domanda di riconoscimento di handicap deve essere presentata telematicamente nelle stesse modalità per richiedere l’invalidità civile e le altre prestazioni assistenziali. 


Ricordiamo, inoltre, che l'amministratore di sostegno, che cura gli interessi del disabile, non è legittimato alla fruizione delle agevolazioni previste dalla Legge 104/1992, art. 33.
 
Potete scaricare la guida sulle agevolazioni fiscali per le persone con disabilità, redatta dall'Agenzia delle Entrate ed aggiornata al Gennaio 2017 al seguente link:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/pdf+guide+agenzia+informa/Guida_Agevolazioni_persone_con_disabilit%C3%A0.pdf

 
Per le prestazioni - benefici – permessi ed altro visitate il sito tematico:
http://www.handylex.org/