menu
Invalidità Civile
 

Semplificazione e celerità nella presentazione delle domande d’invalidità civile, cecità e sordità.

07/01/2020

Semplificazione e celerità nella presentazione delle domande d’invalidità civile, cecità e sordità.L'INPS con messaggio n. 4601/2019 ha semplificato le modalità di presentazione delle domande d'invalidità civile, cecità e sordità per i soggetti di età compresa tra i 18 ed i 67 anni.
In precedenza, con messaggio n.1930/2018, l'Ente Previdenziale aveva già predisposto modalità di accesso semplificate per la concessione dell'indennità di accompagnamento per i soggetti ultrasessantacinquenni.
A tal fine i cittadini di età compresa tra i 18 ed i 67 anni potranno anticipare l’invio delle informazioni di tipo socio-economico, che di norma sono trasmesse soltanto al termine della fase sanitaria. 
"Ciò premesso, al fine di consentire l’invio anticipato delle informazioni, sono state apportate delle modifiche alla procedura di acquisizione online delle domande di invalidità civile da parte della categoria di beneficiari in parola, che sono operative, in modalità non esclusiva, dal 10 dicembre 2019".
"In prima fase di rilascio, tali modifiche riguardano le sole domande trasmesse online dai Patronati".
"Analogamente a quanto indicato nel messaggio n. 1930 del 08/05/2018, l’accesso alla procedura semplificata è subordinato alla condizione che il requisito anagrafico sia perfezionato alla data della domanda. Per tale motivo, la procedura di acquisizione online a disposizione dei Patronati verifica automaticamente, tramite accesso agli archivi anagrafici a disposizione dell’Istituto, la sussistenza del requisito anagrafico".
"Si precisa che, in questa fase di avvio in forma sperimentale, rimangono disponibili, in alternativa, le ordinarie modalità di trasmissione del modello “AP70” dopo il completamento della fase sanitaria, qualora in fase di domanda non fossero inseriti i dati sopra descritti". 
"In alcune casistiche (soggetto ricoverato al momento della presentazione della domanda o titolare di altre prestazioni di invalidità incompatibili) sarà tuttavia necessario completare comunque il modello “AP70” dopo la definizione dell’iter sanitario, utilizzando l’attuale procedura della fase concessoria".


INPS, messaggio n. 4601/2019